• Home
  • /
  • Urban
  • /
  • Urban – Chiara Alessandra Piscitelli

Urban – Chiara Alessandra Piscitelli

Chiara Alessandra Piscitelli è nata il 30 luglio 1992 a Caserta. È laureata in Giurisprudenza e vive a Milano. Nel 2014 partecipa per la prima volta a Parco Poesia leggendo dei suoi testi. Nel 2015 è tra i poeti segnalati del Premio Rimini.

Nel 2016 viene inclusa nell’agenda poetica “Il segreto delle fragole” edito da LietoColle.

Un bene palindromo è la sua prima raccolta di poesie, edita da LietoColle (2017). Pubblicato nel mese di gennaio di quest’anno, il libro è stato incluso tra le opere finaliste del “Premio Internazionale di Poesia e Narrativa Europa in Versi 2017” – Sezione Giovani.

 

Da Un bene palindromo (LietoColle, 2017)

 

Atlante

Per un tuo neo ridisegno

tutta la cartografia a passo svelto

in testa soltanto la ragnatela dei tram

quel che ho conosciuto finora

una città non mia

una voce mai saputa, bastano

a questo sentire da banconota ripiegata –

non importano i giorni di ginocchia tirate al petto

né l’aver aspettato l’alba dal lato sbagliato.

È un sorriso e cambia l’intera mia geografia

che torna a credere al mare verticale

alla terra trasversale e a noi

due punti di chissà quale linea.

 

*

È dove la parola cresce alta

con radici in cielo e in terra.

Lì ci siamo parlati nell’imbarazzo

dello stare al mondo con desideri capovolti,

le mani a intreccio, lo sguardo a cercare.

Per ognuno, presto o tardi

c’è un posto dove il silenzio

è gramigna e tu non puoi estirparla.

Lì, più alta del silenzio

la tua voce – sola.

 

*

Quando il vento taglia le nocche delle dita

a un’ora precisa del giorno che non so dire

– che conosco – mentre non è orizzonte

quel che vedo tra cielo e mare,

si vorrebbe un viso tra le mani

che dica tutta la grandezza cercata –

è solo il calco dei denti nella mela,

un segno nostro e di nessun altro.

Si mostra, invece, solo la diga del tempo

che vuole il sentimento arginato

sommesso e quieto nello spazio innaturale

artificio suo e nostro –

e lascia questo solo modo di stare al mondo

scaraventati.

 

Andrea Donaera

Andrea Donaera (Maglie, 1989) è laureato in Scienze della Comunicazione presso l’Università del Salento, dove è segretario del Centro di ricerca “Pens: Poesia Contemporanea e Nuove Scritture”. Dirige la collana di poesia Billie della casa editrice ‘Round Midnight ed è il direttore artistico di “Poié”, Festival della Poesia di Gallipoli. Ha pubblicato diverse raccolte di poesia e il saggio "Su una tovaglia lisa. Nell’Inventario privato di Elio Pagliarani" (L’Erudita, 2017).

Lascia un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: