• Home
  • /
  • Archivio parole chiave: 2017

Pordenonelegge 2017 – 4. L'infanzia, l'immigrazione, il disabitato

Per essere artisti – poeti in questo caso, bisogna avere un’infanzia che pulsa nelle arterie adulte e pompa il sangue nei polpastrelli che battono all’impazzata sulle tastiere del pc e si trasformano in rivoli di versi. L’infanzia: si pensi a Tarkovskij. In Silvia Salvagnini, l’Agotha Kristof della poesia italiana contemporanea, l’infanzia che riporta, la lingua…

Pordenonelegge 2017 – 2. Poesia sul filo

La rassegna pomeridiana di ieri, 14 Settembre, si è svolta all’insegna della giovane poesia. Giovane nel senso di poeti nati negli anni ’80, mentre sulle radio imperversavano Sabrina Salerno e i Frankie Goes To Hollywood. Che io sappia, non è mai stato condotto uno studio sull’influenza della musica durante il concepimento, i nove mesi nel…

Pordenonelegge2017 – 1. La poesia è una camicia gialla

Ogni volta che sento che con la cultura non si mangia, e vivendo a Venezia paradossalmente sento questa frase cadere dal quadro politico molto spesso, metto mano alla fondina. Non solo perché sono a Pordenonelegge, non solo perché in questi anni, con un festival che tratta di letteratura la città ha raggiunto le 130.000 partecipazioni,…

LOST+FOUND: perdersi nelle visioni oniriche di David La Chapelle.

E’ tempo di grandi mostre a Venezia, prima scenario delle ostentazioni kitsch di Damien Hirst e ora anche delle esagerate visioni di David La Chapelle, protagonista della grande mostra monografica “LOST+FOUND” in corso a Casa dei tre Oci, fino al prossimo 10 settembre. La mostra, organizzata secondo un ordine cronologico, ripercorre la trentennale carriera dell’artista…

Il ritorno di Damien Hirst a Venezia: una storia Incredibile

Dopo giorni di attesa e mistero, Venezia ha sciolto le sue riserve, aprendo i battenti di Palazzo Grassi e Punta della Dogana e svelando gli incredibili e inestimabili tesori rinvenuti nel recupero di un antico relitto a largo delle coste africane. Il tesoro risale al I secolo a.C. e si compone di colossali gruppi scultorei…

Arriva il primo videogioco al mondo prodotto da un museo archeologico: è Father and son.

Immaginate di essere alla fermata dell’autobus, diretti a casa. Ingannate l’attesa abbinando a tre e a quattro ortaggi, caramelle o sferette colorate: un videogioco che può durare all’infinito, ma per fortuna poi anche il più disatteso degli autobus alla fine arriva a portarvi a casa. Minuti impiegati per rincasare dopo una lunga giornata di lavoro:…

Una mostra da non perdere: Bill Viola a Palazzo Strozzi.

É “Rinascimento Elettronico” il nome della mostra antologica con cui Bill Viola torna in Italia. L’acclamato video artist – con la fortuna dalla sua – tira i dadi e “riparte dal via”, ovvero Firenze, che fu culla del Rinascimento e inesauribile fonte di ispirazione per molte delle sue video installazioni, in mostra a Palazzo Strozzi…

Pantone, Kapoor e tutti i colori del 2017

Di tutti i colori. Con buona pace dei daltonici, l’inizio di questo nuovo anno sembra essersi colorato di tinte piuttosto vivaci nel panorama culturale internazionale. Tutto è cominciato – come ogni anno a partire dal 2000 – con la proposta Pantone per il colore del 2017: un’istantanea a colori che prova a raccontare la società…

Pink Floyd a Londra: una retrospettiva al Victoria and Albert Museum

Attenzione a promettere cose impossibili che si realizzeranno “quando i maiali voleranno”. Di recente è stato avvistato nei cieli di Londra un enorme maiale rosa, mentre sorvolava il Victoria and Albert Museum. Si tratta di una riuscitissima trovata pubblicitaria: il lancio di “The Pink Floyd Exhibition: Their Mortal Remains“, una retrospettiva sulla band britannica che…