Quattro buoni consigli

È arrivata l’estate ed è tempo di liste dei libri da portare in vacanza: un divertente giallo, una storia vera, una vicenda misteriosa e il racconto dei dodici giorni di attesa prima dell’arrivo dell’uragano Katrina. Quattro libri che meritano uno spazio in valigia.

Teresa Papavero e la maledizione di Strangolagalli

Di Chiara Moscardelli (Giunti Editore)

A sud di Roma c’è un piccolo borgo che si chiama Strangolagalli, un luogo sereno dove Teresa Papavero può tornare a rifugiarsi dopo aver perso l’ennesimo lavoro. Ma la tranquillità non è il suo mestiere e durante la cena con Paolo, conosciuto su Tinder, succede l’irreparabile: mentre Teresa è in bagno l’uomo si butta dal terrazzo. Si tratta di suicidio oppure omicidio? Il maresciallo Nicola Lamonica è confuso, l’arrogante poliziotto Leonardo Serra non le crede, ma Teresa è sicura che ci sia qualcosa di oscuro in questa vicenda. Grazie alla sua autoironia i romanzi di Chiara Moscardelli sono un concentrato di umorismo e di situazioni paradossali, ma soprattutto sono storie spassose caratterizzate da intrighi e imprevedibili colpi di scena.

L’educazione

Di Tara Westover (Feltrinelli)

Tara e i suoi fratelli sono nati e cresciuti in una famiglia mormona sulle montagne dell’Idaho: non sono stati registrati all’anagrafe, non vanno a scuola, non sono mai stati visitati da un dottore e non interagiscono con nessuno, a parte la madre (ostetrica e guaritrice) e il padre che aiutano a recuperare metalli in una discarica. All’improvviso Tara scopre “l’educazione”, la possibilità di emanciparsi e viene a conoscenza del mondo esterno a lei finora sconosciuto fin dalla nascita. Una storia di legami familiari a tratti violenti e difficili da recidere, talmente assurda da sembrare inventata. Invece quella di Tara è una storia vera, la storia della sua vita.

Chi è partito e chi è rimasto

Di Barbara Comyns (Safarà Editore)

Inghilterra, fine Ottocento, un piccolo villaggio viene colpito da una serie di calamità a partire dall’esondazione del fiume, il fulcro del paese. Una serie di eventi che, sopraggiunti insieme e all’improvviso, sono visti come il frutto di una maledizione. La famiglia Willoweed, bizzarra ed eccentrica, si discosta dal comportamento condiviso di tutti gli abitanti. Chi sarà il prossimo ad essere colpito dalla catastrofe?

Salvare le ossa

Di Jesmyn Ward (NN editore)

Siamo a Bois Sauvage in Mississippi, Esch vive con il padre e i suoi Fratelli alla “fossa”, un avvallamento circondato da boschi che assomiglia più a una discarica dove si accumulano rottami, baracche e acqua stagnante. Il fratello Skeetah passa le giornate ad assistere il suo pitbull, Randall gioca a basket quando non si deve occupare del piccolo Junior, l’ultimogenito la cui nascita ha causato la morte della madre. Esch è innamorata di Manny e, mentre viaggia con la fantasia grazie alla lettura della storia degli Argonauti, scopre di essere incinta. Tutto ruota intorno alla minaccia dell’arrivo dell’uragano Katrina e, per questo motivo, il padre trascorre le giornate a preparare le provviste, seppure con scarse risorse a disposizione. “Salvare le ossa” è il racconto dei dodici giorni che precedono la disgrazia incombente con una narrazione cruda e magnetica.

Silvia Biglino

Silvia Biglino (classe 1979), laureata in Scienze della Comunicazione all’Università di Torino, da malata di storie e appassionata di romanzi acquista più libri di quanti riesca a leggere. Il suo blog “Il club dei lettori solitari” è il luogo dove ha deciso di riunire i personaggi che incontra nella meravigliosa esperienza di lettrice.

Lascia un commento

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this