Le iniziative del mese dei libri: c’è il Salone di Torino, ma si parte prima da Firenze

Sono tanti gli appuntamenti in programma questo mese per gli amanti dei libri e oggi, 3 maggio, il Festival degli Scrittori – Premio Gregor von Rezzori dà il via a questo mese intensivo di incontri letterari.

Finalisti di questa edizione sono Katie Kitamura con “Una separazione” (Bollati Boringhieri), Andreï Makine con “L’arcipelago della nuova vita” (La nave di Teseo), Lawrence Osborne con “Cacciatori nel buio” (Adelphi), George Saunders con “Lincoln nel bardo”(Feltrinelli), David Szalay con “Tutto quello che è un uomo”(Adelphi), che saranno protagonisti degli incontri programmati nelle tre giornate del Festival. Da non perdere il premio alla carriera a Claudio Groff, vincitore per la traduzione di autori come Rilke, Kafka e Grass, e la conversazione tra Andrea Bajani e Andrew Sean Greer, neo vincitore del Premio Pulitzer nella categoria fiction con il romanzo Less (edizioni La nave di Teseo).

La lectio magistralis di quest’anno avrà, invece, come protagonista Margaret Atwood, autrice del romanzo “Il racconto dell’ancella”, che si svolgerà nel Cenacolo della Basilica di Santa Croce venerdì alle 18.30. Sarà, infine, Palazzo Vecchio a ospitare la cerimonia di premiazione sabato alle 18 nella Sala d’Arme.

 

Giovedì 10 maggio avrà inizio il 31° Salone Internazionale del Libro di Torino che, nonostante la crisi che attraversa da tempo, rimane l’appuntamento più amato dai lettori. I padiglioni di Lingotto Fiere accoglieranno il pubblico fino a lunedì 14 dalle 10 alle 20, ma ci sarà anche un “Salone off” il cui programma verrà presentato nella giornata di domani.

Paese ospite dell’edizione 2018 sarà la Francia che avrà una sezione dedicata intitolata “maggio francese” e il tema intorno al quale ruoterà l’evento sarà “Un giorno, tutto questo”.

 

“Nell’idea  di  Salone  del  Presidente  Massimo  Bray  e  del  Direttore  Nicola  Lagioia  c’è  il  fatto  che  esso  non  sia  solo  una  vetrina  di  eventi  ma  un grande  produttore  di  contenuti  culturali”, per questo motivo è stato chiesto ai grandi ospiti di  ragionare  insieme  sull’idea  di  futuro:  come  sarà  il  mondo  che  ci  aspetta?  Da qui le “cinque domande” che Nicola Lagioia ha presentato in conferenza stampa: chi voglio essere? Perché mi serve un nemico? A chi appartiene il mondo? Dove mi portano spiritualità e scienza? Che cosa voglio dall’arte: libertà o rivoluzione? Argomenti che portano ai tema dell’identità, dei confini, dell’ambiente, della forbice tra ricchezza e povertà, della religione, dell’arte.

 

Inutile dire che il programma è, come sempre, molto vasto e offrirà ampi spunti di riflessione in compagnia di grandi ospiti italiani e internazionali, fra i quali citiamo in ordine sparso Eduard Limonov, Paco Ignacio Taibo II, Guillermo Arriaga, Niccolò Ammaniti, Piero Angela. E poi, ancora, gli omaggi a Romain Gary e David Foster Wallace, gli spazi e i laboratori per bambini, e la novità della collaborazione con Lucca Comic&Games, Insomma, un programma da scoprire e da studiare per organizzare al meglio la propria visita.

 

Ma non è ancora finita perché il 23 aprile, in occasione della Giornata Mondiale UNESCO del libro e del diritto d’autore, è partita anche l’ottava edizione della campagna nazionale “Maggio dei Libri!” promossa al Centro per il libro e la lettura del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo: un’iniziativa che durerà fino al 31 di maggio e che coinvolge ogni angolo d’Italia per ricordare e riscoprire il valore della lettura come “strumento di crescita personale, civile e sociale”.

 

In cosa consiste questo evento diffuso? Sulla base di tre filoni tematici a cui ispirarsi sono stati (e saranno ancora) organizzati da chiunque avesse voglia o interesse (librai, blogger, organizzazioni, biblioteche, scuole ecc.) eventi di svariato tipo con il solo obiettivo di creare occasioni di lettura attraverso una semplice operazione: il caricamento dell’iniziativa sulla banca dati di www.ilmaggiodeilibri.it che, ad oggi, conta ormai oltre 1000 appuntamenti che ruotano intorno ai tre temi individuati dai promotori: la lettura come libertà, il 2018 anno europeo del patrimonio, la lingua come strumento di identità. L’iniziativa è aperta a tutti e sarà possibile caricare gli eventi anche nel corso del mese fino alla data di scadenza della campagna stessa. Non resta che valutare se partecipare solo come lettori oppure come promotori della lettura.

Silvia Biglino

Silvia Biglino (classe 1979), laureata in Scienze della Comunicazione all’Università di Torino, da malata di storie e appassionata di romanzi acquista più libri di quanti riesca a leggere. Il suo blog “Il club dei lettori solitari” è il luogo dove ha deciso di riunire i personaggi che incontra nella meravigliosa esperienza di lettrice.

Lascia un commento

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this