La Violenza dei Vigliacchi

Grillo non è responsabile dei contenuti su Beppegrillo.it, questa la notizia che è circolata qualche giorno fa.

Ad essere proprio sinceri questa “polemica” non è del tutto nuova, sono un bel po’ di anni che molti -anche autorevoli- osservatori dell’informazione sottolineano la questione che gravita intorno alla figura di Grillo e ai contenuti prodotti dal suo blog e dai suoi social.

E non è di certo la prima volta che il “sacro blog” finisce sotto querela da parte di utenti e organizzazioni che sono finite nel mirino del comico/politico.

Ma proviamo ad andare con ordine.

Martedì scorso il tesoriere del PD Francesco Bonifazi ha pubblicato sulla sua pagina Facebook questo status:

Ebbene sì, Grillo non è responsabile dei contenuti che circolano in rete, e non solo del blog, bensì di tutti i contenuti che circolano in rete:

Questa cosa non è però nuova, in quanto altre querele sono arrivate al comico genovese e sul quale è già andato al processo. Su tutti c’è il caso di un processo a Modena, dove il problema della responsabilità venne già posto:

Grillo spara a zero in modo abbastanza democratico, e si assume la completa responsabilità delle sue parole. Lodevole, ma non del tutto vero: in parte perché i credits del sito sono di una società chiamata Casaleggio Associati, che ha già ricevuto le poco lusinghiere attenzioni del world wide web, in parte perché il sito è intestato al fantomatico signor Emanuele Bottaro, residente a Modena, almeno stando a whois.net.

Come descritto dal sito ModenaToday, e facendo domande precise all’avvocato di Beppe Grillo (nonché cugino del comico), aveva dunque già messo in evidenza come – legalmente – Grillo non è responsabile dei contenuti.

Chi risponde di quello che viene scritto sul blog è tal Emanuele Bottaro, che ad ora resta una sorta di uomo ombra, per capirlo basta andare sul sito WhoIs Domain e cercare nel database chi è il “proprietario” del sito beppegrillo.it

.

Dunque è vero, e ad ora legale, che Beppe Grillo sia estraneo ai contenuti che vengono prodotti a suo nome in rete, chi ci va di mezzo è questo signor Emanuele Bottaro che nessuno conosce, e che stando a molti osservatori sarebbe un “nullatenente”.

Verrebbe da dire che Grillo ha un blog a sua insaputa.

Grillo dunque non è responsabile giuridicamente di tutto quello viene pubblicato sul blog e su i suoi social.

Ma se giuridicamente non è responsabile, Grillo politicamente lo è, e a differenza sua che ha uno sconosciuto prestanome a fargli da scudo legalmente, io sono responsabile e proprietario di tutto che scrivo e pubblico, sia su questo blog, sia sui miei social che su riviste e quotidiani dove ogni tanto intervengo dicendo la mia, e come me milioni di persone in Italia.

Ecco allora, io mi assumo la responsabilità di quello che scrivo, e dico con molta tranquillità che Grillo in questa situazione è politicamente un vigliacco, o semplicemente un furbo.

Fatto sta che da “sacro blog” siamo passati ad un “fake blog“.

Per dire.

Fonti:

whoIs
Ederoclite
ModenaToday

Michele Laurelli

Nato nel 1991 ad Albenga (SV), mi definisco curioso, ambizioso, creativo e passionale. Appassionato di comunicazione. Perfezionista ed ossessionato dal controllo. Incorreggibilmente romatico. Instancabile viaggiatore.

Lascia un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: