La storia del comunismo in 50 ritratti

In occasione del centenario della Rivoluzione d’ottobre il giornalista Paolo Mieli ha messo in scena lo spettacolo Era d’ottobre, inaugurato in occasione del Festival dei Due Mondi di Spoleto.

Da lì ha origine La storia del comunismo in 50 ritratti, un viaggio nel periodo storico che parte dalla Rivoluzione Russa per arrivare alla caduta del muro di Berlino, raccontato attraverso il saggio del giornalista e le illustrazioni di Ivan Canu, in un’edizione da collezione a cura di Centauria libri.

Ma da dove nasce l’idea dello spettacolo e, a seguire, di questa raccolta di ritratti?

La scena di apertura di Era d’ottobre riporta il famoso quadro di Renato Guttuso I funerali di Togliatti che ritrae il corteo dei partecipanti al funerale del leader del Partito Comunista Italiano morto nel 1964: un dipinto allegorico nel quale si riconoscono anche figure ai tempi già scomparse, come Lenin e Stalin, con lo scopo proprio di creare una rappresentazione dell’immaginario comunista del secolo scorso.

Perché, si è chiesto Mieli, alcuni simboli del comunismo sono presenti nel quadro e altri, altrettanto rappresentativi, come Trotzkij o Fidel Castro, sono rimasti esclusi?

 Così si sviluppa questo percorso nei temi chiave della storia del comunismo: una prima parte, che non è altro che lo spettacolo teatrale, sviluppata sotto forma di saggio dagli ultimi anni di Lenin per passare alla cortina di ferro e alla Guerra fredda finendo poi alla caduta del muro; una seconda parte dedicata, invece, ai 50 ritratti e al racconto del ruolo di ciascun protagonista nel periodo a cui fa riferimento il volume.

Chi viene raffigurato nelle meravigliose illustrazioni di Canu?

Tanti nomi significativi del comunismo italiano e internazionale, troppi per elencarli tutti. In ordine sparso: Berlinguer, Che Guevara, Gorbaciov, Pol Pot, Mao Tse-Tung, Pablo Neruda, Pietro Ingrao, Krusciov, Rosa Luxemburg. E molti altri che non è interessante leggere qui quanto piuttosto scoprire sfogliando questa opera da conservare con cura nella propria biblioteca personale.


La storia del comunismo in 50 ritratti
di Paolo Mieli

Illustrazioni di Ivan Canu

Edizioni Centauria (2018)

Silvia Biglino

Silvia Biglino (classe 1979), laureata in Scienze della Comunicazione all’Università di Torino, da malata di storie e appassionata di romanzi acquista più libri di quanti riesca a leggere. Il suo blog “Il club dei lettori solitari” è il luogo dove ha deciso di riunire i personaggi che incontra nella meravigliosa esperienza di lettrice.

Lascia un commento

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this