• Home
  • /
  • Cinema
  • /
  • Doubles vies, brillante commedia di Assayas dal gusto tipicamente francese

Doubles vies, brillante commedia di Assayas dal gusto tipicamente francese

Dopo il successo della ghost story Personal Shopper, Olivier Assayas torna alla Mostra del Cinema di Venezia con Doubles vies, una commedia dal sapore dolce e tipicamente francese.

Le vicende sentimentali di alcune coppie si intrecciano segretamente e fanno sdoppiare le esistenze di questi personaggi, nitidamente raccontati dal regista francese.

Se la pellicola parla anche di libri e di editoria in senso più ampio, è proprio lo scandaloso e magnifico libro “Coppie” (1958) di John Updike che torna alla mente, scavando nei sotterranei delle esistenze di Alain (Guillaume Canet), Selena (Juliette Binoche), Léonard (Vincent Macaigne), Laure (Christa Théret) e Valérie (Nora Hamzawi).

Alain è un editore parigino di successo che fatica ad adattarsi alla rivoluzione digitale, caldeggiata dalla giovane assistente Laure; nutre seri dubbi di fronte al nuovo manoscritto di Léonard, uno dei suoi scrittori di punta, trattandosi dell’ennesimo lavoro autobiografico (non fiction) che prende spunto dalla sua relazione amorosa segreta. Selena (una Juliette Binoche dall’ironia sottilissima), moglie di Alain, affermata attrice teatrale che si presta al piccolo schermo, sembra pensare l’opposto di Alain riguardo al libro di Léonard e riuscirà a far prevalere la sua opinione.

Doubles vies risulta essere un ampio inventario di riflessioni, focalizzandosi soprattutto sull’idea di post-verità, sul ruolo che ha l’informazione – anche se falsa – nello spostare l’opinione pubblica, sull’incapacità delle persone di ricercare le fonti e di discernere la qualità delle informazioni stesse.

Lo zucchero lo aggiunge Assayas ricordandoci che ciascuno di noi nasconde una seconda vita, parallela a quella che tutti sono in grado di vedere; ognuno ha delle passioni nascoste e dei segreti inconfessabili. Il messaggio è di conforto a tutti quelli che vivono una vita di coppia; vuole raccontarci l’eterno ritorno dell’amore o il suo essere ciclico; ci sono concesse le fughe, gli errori e le follie ma alla fine si torna a casa.

Lascia un commento

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this