• Home
  • /
  • Archivio categorie:L'importanza di chiamarsi Emma

Sesso a orologeria. Quando la coppia diventa adulta.

Nella scorsa puntata, parlando di letteratura per ragazzi – ultimo baluardo di presunta purezza prima del deflagrare della passione – si era detto che il sesso è roba da grandi. Infatti, ignorando fremiti adolescenziali e aneliti omosessuali tipici dell’età, quei libri tendono a limitare l’aspetto sensuale in nome di un’aprioristica innocenza che pare non tener…

Se mi dai il tuo fucile io ti faccio toccare la bambola. Piccoli lettori crescono.

Per il Natale scorso, i palinsesti televisivi sono tornati a proporre un repertorio talmente cristallizzato da rendere irrilevanti le differenze tra un anno e l’altro. Vero è che, nel lungo periodo, qualcosa è cambiato. Per esempio, quando ero bambina, andava forte Lo specchio della vita, una pellicola del ’59 (remake di Imitation of life del…

C’era una volta? Viaggio semiserio nella formazione letteraria della coppia

C’era una volta? Viaggio semiserio nella formazione letteraria della coppia Barbara Fiorio, penna intelligente e mordace in una scena letteraria in cui la parola ironia di rado è declinata al femminile, nel 2015 pubblicò Qualcosa di vero. Lì, tra le maglie della vicenda di Giulia, pubblicitaria alle prese con una bimba insonne, tornava a una…

L’importanza di chiamarsi Emma

La scrittrice Emanuela Ersilia Abbadessa firmerà la nuova rubrica di Midnight Magazine Il nostro direttore Giuseppe Nibali incontra la scrittrice Emanuela Ersilia Abbadessa, con cui abbiamo già collaborato con successo all’interno della rubrica di Feltrinelli Savona dedicata alle nuove scritture, per parlare con lei della sua nuova rubrica sul nostro giornale. Emanuela ci parlerà di…

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this