• Home
  • /
  • Autore: Andrea Petronca

Comprendere l'arte a partire dalla pubblicità

Qualche giorno fa guardando Animali Notturni di Tom Ford, non potevo fare a meno di chiedermi: quante volte il regista può far ripetere ad Amy Adams il gesto di togliersi gli occhiali guardando pensierosa un punto indistinto della stanza tenendoli a mezz’aria ma ben in vista per la camera? Non solo gli occhiali di Amy…

L'individuo blasé e il fallimento mediatico dell'arte

La vicenda elettorale americana ci consegna un verdetto tanto sorprendente quanto esemplificativo di un fenomeno culturale ormai maturo e innegabile: i nuovi media hanno un ruolo sempre più centrale e significativo nell’orientare le nostre azioni attraverso un impiego massiccio di immagini. Artribune, il 7 settembre ha pubblicato un’interessante rassegna degli artisti che durante il periodo…

Allestimento sperimentale per La Galleria Nazionale

La Galleria Nazionale d’Arte Moderna e Contemporanea (dall’11 ottobre semplicemente LA GALLERIA) è stata presentata nel suo nuovo assetto. Un museo che si dà l’aria da mostra nella forma di una riflessione sul concetto di tempo. L’obbiettivo della curatrice Cristina Collu è di superare la tradizionale organizzazione cronologica o tematica. Un intento che si palesa già…

Quadri brutti a tema noioso: un'apologia

“Preferisco leggere gli autori morti ai viventi, perché il tempo divide il frumento dalla pula” (Virginia Woolf). Questa frase mi è sempre piaciuta perché credo segnali una caratteristica centrale della storia.  Il tempo è un meraviglioso setaccio che trascina nella memoria alcune cose mentre altre le relega all’oblio. Questa è una verità tanto della storia…

Che cosa è Arte?

Nel 1917 Marcel Duchamp, sotto lo pseudonimo di Richard Mutt presentò alla Society of Indipendent Artists il celebre ready-made “Fountain”. L’opera fu rifiutata perché non le si riconobbe una sua artisticità. Per questa ragione, l’opera, nella sua versione originale, non venne mai esposta al pubblico e qualche anno dopo andò perduta – con molta probabilità…

Paul Klee. L'arte come conoscenza grafica del reale

Introduzione Ogni movimento culturale, sia esso una corrente artistica, letteraria o filosofica è intrinsecamente critica. Questo significa che non è possibile comprendere un punto qualsiasi cui la riflessione culturale giunge senza che essa sia inserita all’interno del continuum storico in cui è situata. Semplificando di molto potremmo immaginare l’emergenza di un episodio culturale come il…

Mnemosyne Atlas o l'ossessione di Warburg

«Una figura fantastica – un’ancella o una ninfa classica? – entra nella stanza…con un velo ondeggiante. Diavolo, è questo il modo di far visita a una malata anche se per felicitarsi? Questa andatura vivace, agile e svelta, questa irresistibile energia, questo passo ampio in contrasto con la distaccata distanza di tutte le altre figure, che…

12