• Home
  • /
  • Autore: Alessandro Mantovani

Cartolina

Informare e approfondire sono due termini che, in fondo, stanno in un certo grado di contrapposizione. L’informazione, lo sappiamo, richiede ritmi rapidi, sussultanti, frenetici; approfondire concerne il tempo dello studio, la lunghezza della riflessione. Il primo termine riguarda il venire a conoscenza di, il secondo il sapere. Oggi, radicalizzare l’idea di una mancanza di verità,…

Le primarie di Renzi e il modello dirigista

Giubbotto di pelle mode on e si va a votare. Matteo Renzi pone fine alla crisi interna apertasi col referendum dopo soli cinque mesi, una pausa che vale poco, stravincendo le primarie del PD: il 70% contro il 20 di Orlando e il 10 scarso di Emiliano. Pur lontani dal gridare al governo fantoccio, grazie…

Un continuo lavorio – Intervista ad Alberto Bertoni

Busso ed entro nello studio. Lui tra gli studenti è il Professore, non uno qualunque, ma il. Le prime parole che scambio con Alberto Bertoni hanno come argomento la professione, l’insegnamento. Mi racconta di come, da giovane, appena terminato il militare s’innamorò quasi per caso del lavoro che lo ha portato fin dentro le aule…

Il ridere democratico / 2

Nel pensare a come continuare queste piccole riflessioni sul rapporto tra riso e democrazia, ero giunto chiarirmi quale incipit dare alla seconda parte. L’imprevedibilità delle cose ha invece fatto in modo di sconvolgere, come al solito, ogni progetto. Il 13 Ottobre, muore a Milano Dario Fo, ultimo premio Nobel italiano (1997), la cui assegnazione è stata…

Il ridere democratico / 1

“Una risata vi seppellirà” dicevano in Italia quelli del ’77 mutuando il detto da Bakunin e penso avessero proprio ragione. Travalicando il senso politico dell’affermazione, vorrei iniziare questo articolo esponendo direttamente la tesi che sta alla base di questa e delle riflessioni che seguiranno sullo stesso tema nelle prossime settimane: ridere è il più grande…

Tra Sanguineti e Pasolini: cosa è la traduzione di un testo

Nella sua rubrica su L’Espresso del 28 Agosto 2016 Eugenio Scalfari, ricordando un episodio di umanità poetica inerente una passata frequentazione con il Nobel Salvatore Quasimodo, sostiene una delle più celebri tesi in materia di traduzione: «Ho scritto più volte che una poesia tradotta in una lingua diversa dall’originaria è un’opera autonoma; basta cambiare una…

12