Privacy Policy

Privacy Policy

Cookie Policy

https://www.iubenda.com/privacy-policy/7852079/cookie-policy

Termini e Condizioni

http://midnightmagazine.org/?page_id=785
mykonos

Mykonos oltre il divertimento

Oggi vi parlo di Mykonos sulle note di questa canzone che, a un primo ascolto, mi ha subito affascinato.

Mykonos è la capitale mondana, chic ed elegante del divertimento fino all’alba, dei locali alla moda, della sfrenata vita notturna, ma proveremo a non soffermarci su questo; parleremo invece di un’isola bianca e azzurra, dalla bellezza incantevole, con pittoreschi villaggi affacciati su una costa incredibile.
Racconteremo del paesaggio che non si vorrebbe mai smettere di ammirare, di piccoli musei, di mulini a vento e di baie incontaminate e deserte. Accantonando per un attimo la festa, il divertimento e le vie affollate e potremo inaspettatamente scoprire un lato storico e artistico di notevole interesse.
Iniziamo il nostro viaggio.

mykonos

I musei

Scopriamo, allora, che a Mykonos città è possibile visitare alcuni musei molto interessanti come, ad esempio, il Museo d’Arte popolare, a ingresso gratuito.
Il Museo raccoglie una collezione completa di abiti tradizionali, servizi di piatti, stampe, incisioni e oggetti d’arte che illustrano l’isola da un punto di vista etnografico e inedito; al piano inferiore, l’isola è raccontata in base al suo rapporto con il mare e possiamo così ammirare cannoni, modelli e modellini di imbarcazioni, numerosi cimeli e, addirittura, una nave a grandezza naturale che servì per i combattimenti durante la guerra d’indipendenza della Grecia del 1821.

Altra chicca da non perdere è il Museo Navale dell’Egeo grazie al quale il visitatore può rivivere tutta l’epopea della navigazione nel mare per eccellenza della Grecia e delle sue migrazioni.
Custodisce, infatti, una serie di modellini che riproducono velieri egizi, triremi da guerra greci, navi mercantili; inoltre, una biblioteca tematica, ritratti e strumenti nautici di bordo.

Sulla strada dell’antico porto di Hora, lungo cui si sviluppa la città, in aggiunta troviamo il Museo Archeologico che raccoglie vasi corinzi, gioielli, ceramiche, statuette di terracotta e una stele funeraria dell’isola di Rhinia.

Da non perdere è infine la Rarity Gallery, un originale galleria d’arte contemporanea basata sull’iperrealismo, situata in pieno centro.
Opere, dalla pittura alla scultura, che ogni ora vengono rinnovate in modo che la galleria sembri sempre nuova e diversa. Alcune statue, raffiguranti personaggi umani, sembrano realmente vive!

I mulini a vento

Inconfondibili, i bianchi mulini a vento di Mykonos ne disegnano il profilo e divengono simbolo della città e dell’isola.
Situati nel lato ovest cittadino, risalenti al 1500, ricordano il passato dell’isola, quand’essa era un centro per la macinazione di grani e orzi che giungevano da tutto l’arcipelago circostante; questi vennero costruiti per sfruttare i potenti venti del nord che sferzano il territorio e, oggi, rimangono come bellezza da ammirare.

mykonos

Little Venice o Alefkantra

La piccola Venezia greca.
Il quartiere più pittoresco e affascinante della città, così chiamato per le casette settecentesche multicolore affacciate sull’acqua, come su un canale della Venezia italiana: vicoli stretti, angoli nascosti, gallerie d’arte dove apprezzare interessanti mostre, chiesette, boutique e un panorama veramente incantevole sulla baia dove il tramonto risalta e incanta colorando il mare d’oro e il cielo di rosso arancio.
Qui non mancano eleganti caffè e discoteche dove vivere il lato più sfrenato e festaiolo di Mykonos.

Il villaggio Ano Mera

La Mykonos tranquilla e tradizionale. Un villaggio pittoresco, calmo, dove ancora non è arrivato il turismo di massa.
Un luogo ideale per il relax, costruito secondo la tipica architettura delle isole Cicladi, con uno stile dalle linee essenziali e semplici con case cubiche dipinte di bianco, ma con porte, finestre e balconi di colore blu (l’isola biancazzurra, ricordate?)
Un villaggio dove fermarsi a gustare piatti tipici locali nell’atmosfera rilassata e rustica delle taverne.
In questa zona dominano la natura incontaminata e due antichi monasteri: il Monastero di Panaghia Tourliani, che conserva particolari icone bizantine, e il Monastero di Paleokastro con accanto i resti di un castello bizantino.

La spiaggia Agrari

Sul lato meridionale dell’isola, ecco una spiaggia poco frequentata dai turisti che conserva il suo fascino originario, tranquilla, di ciottoli e sabbia, con acque cristalline.
Un unico ristorante e bar. Un piccolo paradiso naturale dove ritrovare se stessi in tutta libertà.

mykonos-agrari-beach

Vi ha incuriosito questa Mykonos inedita, lontana dai clichè e dalla frenesia mondana?

Flavia, con un passato professionale da videomaker e scrittrice di narrativa, si occupa ora di Social Media Marketing e comunicazione. Viaggiare è una delle sue più grandi passioni.

Cosa ne pensi?