Privacy Policy

Privacy Policy

Cookie Policy

https://www.iubenda.com/privacy-policy/7852079/cookie-policy

Termini e Condizioni

http://midnightmagazine.org/?page_id=785
  • Home
  • /
  • Spettacolo
  • /
  • American Horror Story Roanoke: un reality show per la stagione 6
Roanoke

American Horror Story Roanoke: un reality show per la stagione 6

Complice la deriva del “freak” e dell’emarginato sociale che le scorse stagioni avevano affrontato, portando davanti alla macchina da presa personaggi più o meno realistici, più o meno biografici ma tutti disadattati, costretti a nascondere la propria natura (streghe, freaks da circo, vampiri), quest’anno il vento sembra aver cambiato del tutto direzione e intensità per una delle serie americane più seguite.

American Horror Story: My Roanoke Nightmare

La storia è un continuo intrecciarsi di diverse realtà temporali e narrative, che si incontrano e si influenzano, per portare a galla misteri e terrori sopiti.

La prime due linee narrative si snodano attraverso un andamento da vero e proprio Reality show a sfondo crime. Si chiama My Roanoke Nightmare e ospita principalmente i coniugi Miller, Shelby e Matt.

Roanoke

Matt Miller

Shelby Miller

Sono ospiti che raccontano eventi misteriosi e straordinari, “realmente” vissuti, davanti ad una cinepresa, confessando anche i più intimi segreti. Su questo livello, solo scene narrative ed emotive che mettono a nudo i pensieri dei personaggi, o meglio, di quelli che interpretano le loro storie e ne rappresentano nient’altro che proiezioni del passato. Perché si alternano al racconto le scene di ciò che è realmente accaduto, dove, come in tutti i moderni reality show dei più famosi canali crime nazionali, altri attori impersonano in scene ricostruite quelli che sono stati i reali testimoni delle vicende.

Roanoke

Si alternano, così, azione e parola, riflessione e intreccio, in un crescendo di tensione emotiva che tiene le redini del nostro respiro.Roanoke

Ma la storia si intreccia ad una terza linea narrativa oltre il presente dei narratori e il passato degli attori che rivivono le vicende. Ed è quello che dà il titolo alla stagione.

La colonia di Roanoke in Nord America

La colonia di Roanoke fu il secondo insediamento inglese a stabilirsi in America del Nord, sul finire del XVI secolo. È anche conosciuta come “la colonia perduta” a causa di un evento che resta tutt’oggi inspiegabile, la sparizione di tutti i suoi abitanti.

Temendo per la propria vita, a causa dei continui attacchi degli indigeni, molti coloni chiesero che qualcuno tornasse in patria per descrivere le difficili condizioni in cui erano costretti a vivere e portasse con sé dei rinforzi: il governatore White fu incaricato della missione e, dopo molte difficoltà, riuscì a partire. Ma al suo ritorno, l’intera colonia era sparita nel nulla. L’unica traccia rimasta era la parola “CROATOAN“, incisa in un palo di una recinzione.
White lo interpretò come un messaggio, ipotizzando che i coloni si fossero spostati sull’isola di Croatoan (futura Hatteras), ma non poté mai verificare la sua conclusione e il mistero resta tuttora insoluto.

Ecco che si dipanano i fili della terza linea temporale della storia: nelle foreste intorno all’antica casa isolata che i giovani sposi hanno comprato, strappandola ad un’asta agli spaventosi contadini del luogo, vagano persone vestiti con abiti cinquecenteschi, che tanto ricordano quei coloni scomparsi; ma molto più suggeriscono la vendetta di quei contadini delusi dall’arrivo di una coppia di razza mista nel loro territorio.

Dovunque sia la verità, le cose che accadono in quella casa e negli acri di bosco che la circondano, sono spaventose e, troppo spesso, inspiegabili.

Un ritorno alle origini dell’horror di tensione

Roanoke

Siamo di fronte a una stagione che si apre con delle novità, ma anche con dei ritorni alle origini per il creatore delle serie, Ryan Murphy.

Prima di tutto, salta all’occhio degli spettatori che la sigla è sparita. Siamo in pieno clima reality e durante lo “show” sono mostrate simulazioni di interruzioni pubblicitarie di My Roanoke Nightmare.

La stagione precedente che più si avvicina all’attuale sesta è, senza dubbio, Murder House: allora, la famiglia Harmon giungeva a Los Angeles e acquistava la casa al centro della stagione, informata che una coppia omosessuale era morta nell’edificio in circostanze misteriose, all’apparenza si trattava di un omicidio-suicidio. In Roanoke i coniugi Miller lasciano Los Angeles per vivere in una zona tranquilla del North Carolina, acquistano una casa abbandonata e scoprono, solo col tempo, che l’edificio era stato teatro di numerosi omicidi.

Il cast è ricco di ritorni: Kathy Bates, Sarah Paulson, Lily Rabe, Denis O’Hare, Wes Bentley, Evan Peters, Cheyenne Jackson e Angela Bassett; ma anche di novità con André Holland nel ruolo di Matt Miller e Cuba Gooding Jr. che lo interpreta in My Roanoke Nightmare; per terminare con le partecipazioni di guest star del calibro di Lady GagaFrances Conroy e Finn Wittrock.

La stagione negli USA è quasi terminata, mentre gli 8 episodi in italiano andranno in onda in prima visione sul canale satellitare Fox fino al 23 dicembre.

Martina Salvai

Cosa ne pensi?